Notifications Bell

Lezione 1: Le migliori strategie di trading

Lezione 1: Le migliori strategie di trading

Quando si fa trading nei mercati finanziari, si possono incontrare diverse strategie di trading popolari. Scopri le principali e il processo per svilupparne una.

Una strategia di trading si basa su una serie di analisi per determinare se acquistare o vendere una coppia di valute, azioni o criptovalute e impostare procedure per determinare la strategia di entrata e di uscita, nonché la gestione del rischio. Le strategie di trading possono essere basate su una serie di segnali derivati da strumenti grafici di analisi tecnica o da eventi fondamentali basati su notizie.

Una strategia di trading può essere manuale o automatica. Per la maggior parte dei trader, una strategia di trading è di solito composta da segnali tecnici che creano una decisione di acquisto o di vendita quando puntano in una direzione che storicamente ha portato ad un trade redditizio. Il sistema è un piano di trading che delinea ciò che un trader dovrebbe fare quando il segnale viene identificato e il diario di trading contiene di ciò che è stato fatto e perché per l'analisi futura e il perfezionamento del sistema. Questa è una strategia di trading manuale che chiunque può intraprendere. Eseguire una strategia di trading manuale implica stare seduti davanti allo schermo del computer, cercare i segnali e interpretare il piano di trading per decidere cosa fare.

In una strategia di trading automatica, il trader insegna al software quali segnali cercare e come interpretarli. Si pensa che il trading automatizzato rimuova le componenti emotive e psicologiche del trading che spesso portano ad un cattivo giudizio. Le strategie automatizzate basate su robot di trading o consulenti esperti, tendono a ridurre l'errore umano e a ridurre il tempo di reazione quando certi livelli vengono attraversati. Le strategie di trading automatiche più complesse sono anche dotate di strategie e segnali comuni caricati in modo che il trader possa combinare diversi approcci nel suo sistema con relativa facilità.

Qual è la differenza tra strategie di trading e stile di trading?

Anche se c'è molta confusione tra "stile" e "strategia", ci sono alcune differenze significative che ogni trader dovrebbe conoscere. Mentre uno stile di trading è un piano generale per la frequenza con cui farai trading e per quanto tempo terrai aperte le posizioni, una strategia è una metodologia molto specifica per definire a quali punti di prezzo entrerai e uscirai dai trade.

Lo stile di trading rappresenta le tue preferenze mentre fai trading sul mercato o su uno strumento, come ad esempio quanto spesso e quanto a lungo o a breve termine farai trading. Uno stile di trading può cambiare in base a come si comporta il mercato, ma questo dipende dal fatto che tu voglia adattarti o ritirarti dal trading fino a quando le condizioni non saranno favorevoli.

Come usare questa guida alle strategie di trading?

  • Scopri il tuo stile di trading
  • Esplora le strategie di trading più popolari
  • Impara come sviluppare una strategia di trading in 5 passi
  • Apri un conto di trading per avere accesso alla nostra piattaforma pluripremiata.
  • Prova le varie strategie che hai imparato per scoprire quali potrebbero essere adatte al tuo stile di trading.

Non c'è un approccio unico quando si tratta di trading, e nessuna strategia è uguale all'altra. La strategia che funzionerà meglio per te dipenderà dalla tua propensione al rischio, dal tuo stile di trading, dal tuo livello di motivazione e altro ancora.

Fai sempre quante più ricerche possibili prima di entrare nei mercati dal vivo e crea un conto demo per affinare le tue abilità.

Gli stili di trading più popolari

Anche se il tuo stile di trading sarà unico per te e per gli obiettivi stabiliti nel tuo piano di trading, ci sono quattro stili popolari tra cui puoi scegliere. In ordine di durata, questi sono:

  1. Trading di posizione
  2. Swing Trading
  3. Day Trading
  4. Scalping

Trading di posizione

Timeframe: lungo termine (settimanale e mensile)
Periodo di detenzione: dal mese agli anni

Fare trading di posizione significa prendere una posizione a lungo termine per cavalcare una tendenza: Il trading di una tendenza a lungo termine (più giorni, settimane o mesi) tipicamente comporta l'entrata su un pullback su un forte supporto, aspettando di vedere se quel supporto regge, e poi andando in lungo subito dopo che la tendenza a lungo termine rimbalza dal supporto e riprende. Questo stile è associato a tendenze a lungo termine (quindi presta attenzione ai fondamentali a lungo termine rilevanti).

L'investimento è la forma più riconosciuta di trading di posizione. Tuttavia, un investitore metterebbe in atto una strategia 'buy and hold', mentre il trading di posizione può riferirsi a posizioni short - per vendere un asset - anche attraverso i CFD (contratti per differenza).

SP500 Weekly Chart
Grafico S&P 500 settimanale (Fonte: CAPEX WebTrader)

Vantaggi del trading di posizione

  • Profitti elevati. Il position trading permette ai trader di usare un'alta leva, dato che la possibilità di errore è minore che nel trading convenzionale.
  • Meno stress. Uno dei maggiori vantaggi del position trading è che le posizioni non devono essere controllate quotidianamente.

Svantaggi del trading di posizione

  • Perdita significativa. I trader di posizione tendono ad ignorare le fluttuazioni minori che possono diventare inversioni di tendenza complete e provocare perdite significative.
  • Swap. Lo swap è una commissione pagata al broker. Se la posizione è aperta per un lungo periodo, gli swap possono costituire una grande quantità

Swing Trading

Timeframe: breve e medio termine (giornaliero e settimanale)
Periodo di detenzione: da giorni a settimane

Il termine 'swing trading' si riferisce al trading di entrambi i lati sui movimenti di qualsiasi mercato finanziario. Lo swing trading consiste nell'entrare subito dopo che una tendenza si inverte brevemente e poi riprende. Si entra proprio quando il prezzo sta spingendo o "oscillando" oltre la sua precedente resistenza, il che indica che il trend ha trovato nuova forza. Il successo dello swing trading si basa sull'interpretazione della lunghezza e della durata di ogni oscillazione, poiché queste definiscono importanti livelli di supporto e resistenza.

Swing Trading Strategy
Grafico S&P 500 giornaliero (Fonte: CAPEX WebTrader)


Benefici swing trading

  • È praticabile come hobby. Lo swing trading può essere più adatto a persone con tempo limitato rispetto ad altre strategie di trading. Tuttavia, richiede alcune ricerche per capire come funzionano i modelli di oscillazione.
  • Molte opportunità di trading. Lo swing trading implica il trading su "entrambi i lati" del mercato, quindi i trader possono andare in lungo e in corto su un certo numero di attività.

Svantaggi dello swing trading

  • Rischio notturno. Alcuni trade saranno mantenuti durante la notte, incorrendo in rischi aggiuntivi, ma questo può essere mitigato piazzando un ordine stop-loss sulle posizioni.
  • Richiede un'ampia ricerca. È necessaria un'ampia ricerca per capire come analizzare i mercati, poiché l'analisi tecnica è composta da un'ampia varietà di indicatori e modelli tecnici.

Day Trading

Timeframe: breve termine (da 5 minuti a giornaliero)
Periodo di detenzione: intraday (da minuti a ore)

Il day trading o trading intraday è adatto ai trader che desiderano operare attivamente durante il giorno, come professione a tempo pieno. I trader di un giorno approfittano delle fluttuazioni dei prezzi tra l'ora di apertura e di chiusura del mercato. I trader di un giorno spesso tengono più posizioni aperte in un giorno, ma non lasciano posizioni aperte durante la notte per minimizzare il rischio della volatilità del mercato durante la notte. Si raccomanda che i trader di un giorno seguano un piano di trading organizzato che possa adattarsi rapidamente ai rapidi movimenti del mercato.

Day Trading Strategy
Grafico S&P 500 1H (Fonte: CAPEX WebTrader)

Benefici del day trading

  • Non c'è alcun rischio notturno. Il trading infragiornaliero richiede che nessuna operazione venga lasciata aperta durante la notte.
  • Rischio intra-day limitato. Un trader giornaliero apre solo operazioni a breve termine che di solito durano da 1 a 4 ore, il che riduce al minimo la probabilità di rischi che possono esistere in operazioni a lungo termine.
  • Trading flessibile nel tempo. Il day trading potrebbe essere adatto alle persone che desiderano flessibilità nel loro trading. Un day trader potrebbe inserire da 1 a 5 posizioni durante il giorno e chiuderle tutte quando gli obiettivi vengono raggiunti o se vengono fermati.
  • Molteplici opportunità di trading. Un day trader può fare uso dei mercati locali e internazionali e può aprire e chiudere molte posizioni nel corso della giornata, anche approfittando degli orari del mercato forex 24/7.

Svantaggi del day trading

  • Richiede disciplina. Come altri stili a breve termine, il trading intra-day richiede disciplina. I trader dovrebbero utilizzare una strategia predeterminata, completa di livelli di entrata e uscita, per gestire il rischio.
  • Trade piatti. Questo si verifica quando alcune posizioni non si muovono nel corso della giornata, il che è da aspettarsi.
  • Più commissioni. Un trading più frequente significa maggiori costi di trading sotto forma di commissioni e spread. Pagare tutte queste spese extra può ridurre significativamente il tuo capitale.

Scalping

Timeframe: a brevissimo termine (da 1 minuto a 1 ora)
Periodo di detenzione: da secondi a minuti

Le tecniche di scalping comportano un trading basato su una serie di analisi in tempo reale. Lo scopo dello scalping è quello di ottenere un piccolo profitto da ogni scambio nella speranza che tutti i piccoli profitti si accumulino.

Scalping trading strategy
Grafico S&P 500 5 Min (Fonte: CAPEX WebTrader)

Benefici dello scalping

  • Non c'è alcun rischio notturno. Gli scalper non mantengono posizioni overnight e la maggior parte dei trade dura al massimo pochi minuti.
  • È adatto come hobby. Lo scalping è adatto alle persone che vogliono fare trading in modo flessibile.
  • Molte opportunità di trading. Gli scalper aprono diverse piccole posizioni con un criterio meno definito rispetto ad altre strategie, quindi ci sono molte opportunità di trading.

Svantaggi dello scalping

  • Applicabilità limitata al mercato. Lo scalping funziona solo in mercati altamente liquidi. Lo scalping richiede una volatilità e volumi di scambio estremamente alti per essere utile.
  • Richiede disciplina. Poiché lo scalping richiede posizioni di dimensioni maggiori rispetto ad altri stili di trading, i trader devono essere estremamente disciplinati.
  • È un ambiente estremamente stressante. Monitorare i minimi movimenti di prezzo alla ricerca di profitti può essere un'attività estremamente intensa. Non è quindi raccomandato per i trader principianti.

Le strategie di Trading più comuni

Sebbene ogni buon trader dovrebbe usare la maggior parte delle tecniche che trattiamo all'interno di questa guida alla strategia di trading, ci sono diversi tipi o stili di trading per ogni dato time frame. Ecco un breve elenco delle strategie più popolari. L'idea è solo quella di farti conoscere questi termini. Ci sono interi libri sul forex e corsi di trading scritti su ciascuna di queste strategie di trading, quindi usa questo elenco sia come introduzione al vocabolario delle tecniche di trading che come punto di partenza per ulteriori ricerche sulle strategie che ti interessano. Prendile solo come etichette generali perché le operazioni spesso combinano elementi di più di uno stile.

Le strategie di trading più popolari:

  1. Trading di tendenza
  2. Range Trading
  3. Breakout Trading
  4. Inversione di tendenza
  5. Momentum Trading
  6. Trading di notizie
  7. Trading di arbitraggio

Stretegie di trading: Trading di tendenza

Il trading di tendenza è considerato una strategia a medio termine, più adatta ai trader di posizione o agli swing trader, e quindi si basa principalmente sull'analisi tecnica della forza della tendenza. L'obiettivo è di solito quello di entrare dopo il supporto e di cavalcare il trend alla sua ripresa. Inoltre, quando si va in corto per cavalcare una tendenza al ribasso, un pullback significa un breve movimento verso un massimo a breve termine che serve da supporto.

I trader di tendenza non hanno una visione fissa di dove il mercato dovrebbe andare o in quale direzione. Il successo nel trading di tendenza può essere definito dall'avere un sistema accurato per determinare prima e poi seguire le tendenze. Tuttavia, è fondamentale rimanere vigili e adattarsi perché la tendenza può cambiare rapidamente. I trader di tendenza devono essere consapevoli dei rischi delle inversioni di mercato, che possono essere mitigati con un ordine trailing stop-loss.

Strategie Trading: Range Trading

Il range trading è una strategia che cerca di trarre vantaggio da un'attività che è bloccata in un range di trading laterale o in un canale, e si cerca di andare in lungo sui minimi e in corto sui massimi. Questo tipo di trading funziona quando si hanno sia tendenze piatte o deboli, sia ampi canali che rimangono all'interno delle linee di supporto e resistenza. Il range trading è popolare tra gli scalper, in quanto si concentra sulle prese di profitto a breve termine, tuttavia, può essere considerato in tutti i timeframe e stili.

Mentre i trader di tendenza si concentrano sulla tendenza generale, i trader di range si concentrano sulle oscillazioni a breve termine del prezzo.

Si tratta di una strategia di trading forex popolare, in quanto molti trader lavorano sull'idea che le valute rimangano in uno stretto intervallo di trading, con una significativa volatilità tra questi livelli.

Strategie di trading Breakout

La strategia di breakout trading è usata dal trader attivo per prendere posizione nelle fasi iniziali di un trend. Questa strategia può essere il punto di partenza per grandi movimenti di prezzo, espansioni della volatilità e, se gestita correttamente, può offrire un rischio limitato di ribasso.

I breakout si verificano in tutti i tipi di ambienti di mercato. In genere, i movimenti di prezzo più esplosivi sono il risultato di rotture di canali e di modelli di prezzo come triangoli, bandiere, doppi top e bottom, o modelli testa e spalle.

Il breakout trading è comunemente usato dai day trader e dagli swing trader, in quanto sfrutta i movimenti di mercato a breve e medio termine.

Strategie di trading: Inversione di tendenza

Le strategie di trading d'inversione si basano sull'identificazione del momento in cui un trend corrente sta per cambiare direzione. Una volta che l'inversione è avvenuta, la strategia assumerà molte delle caratteristiche di una strategia di trading di tendenza - in quanto potrà durare per quantità variabili di tempo.

Un'inversione può verificarsi in entrambe le direzioni, in quanto è semplicemente un punto di svolta nel sentimento del mercato.

Le inversioni si verificano spesso nel trading intraday e avvengono rapidamente, ma si verificano anche per giorni, settimane e anni. Le inversioni si verificano su diversi time frame che sono rilevanti per diversi trader. Un'inversione intraday su un grafico a cinque minuti non ha importanza per un investitore a lungo termine che sta cercando un'inversione su un grafico giornaliero o settimanale. Tuttavia, l'inversione a cinque minuti è particolarmente importante per un trader giornaliero.

Strategie di trading Momentum

Il momentum trading è la pratica di comprare e vendere beni in base alla forza recente delle tendenze dei prezzi. Si basa sull'idea che se c'è abbastanza forza dietro un movimento di prezzo, questo continuerà a muoversi nella stessa direzione. L'obiettivo è quello di lavorare con la volatilità, trovando opportunità in lungo nelle tendenze rialziste a breve termine e uscendo quando il prezzo inizia a perdere slancio.

Il Momentum trading si basa sui seguenti fattori chiave: volatilità, volume, e time frame.

I trader di momentum si concentrano sull'azione dei prezzi piuttosto che sulla crescita a lungo termine e sui fondamentali, utilizzando indicatori tecnici come l'indicatore di momentum, l'RSI, le medie mobili e l'oscillatore stocastico.

Strategie di trading sulle notizie

Gli unici trader diurni interessati ai fondamentali sono i trader di notizie, quelli che basano gli scambi sui principali annunci di notizie. Come qualsiasi altro tipo di trading, il news trading si basa principalmente sull'analisi tecnica e sulle metodologie, con gli indicatori economici di oggi che fungono da catalizzatore.

I trader di notizie hanno bisogno di capire come certi annunci influenzeranno le loro posizioni e il più ampio mercato finanziario. È frequente che le notizie siano già incorporate nel prezzo delle attività. Questo risulta dal tentativo dei trader di prevedere i risultati dei futuri annunci di notizie e, a sua volta, la risposta del mercato.

Inoltre, devono essere in grado di capire le notizie da una prospettiva di mercato e non solo soggettivamente.

Strategie di trading di arbitraggio

L'arbitraggio nel trading è l'atto di sfruttare le differenze di prezzo o le inefficienze all'interno dei mercati finanziari, come il forex, le materie prime e le azioni, con lo scopo di ottenere un profitto.

L'arbitraggio è un processo utile per i trader perché essere in grado di trarre profitto dal mispricing può aiutare a riportare il prezzo dell'asset e il mercato generale all'equilibrio. Si tratta di una strategia di trading a breve termine che può fornire un investimento a basso rischio; tuttavia, come per tutte le strategie, ci sono sempre alcuni rischi da considerare.

Sviluppare una strategia di trading in 5 passi

C'è una vecchia espressione nel business del trading online: se non riesci a pianificare, pianifichi di fallire. Può sembrare banale, ma le persone che vogliono seriamente avere successo, inclusi i trader, dovrebbero seguire queste parole come se fossero scritte nella pietra. Chiedi a qualsiasi trader che fa soldi con costanza, e ti dirà che hai due scelte: 1) seguire metodicamente un piano scritto o 2) fallire.

Se hai già una strategia di trading scritta, congratulazioni, sei della minoranza. Ci vuole tempo, impegno e ricerca per sviluppare un approccio o una metodologia che funzioni sui mercati finanziari. Anche se non ci sono mai garanzie di successo, hai eliminato un grosso ostacolo creando una strategia o un piano di trading dettagliato.

Se la tua strategia di trading utilizza tecniche imperfette o manca di preparazione, il tuo successo non arriverà immediatamente, ma almeno sarai in grado di tracciare e modificare il tuo percorso. Documentando il processo, si impara ciò che funziona e come evitare gli errori costosi che i trader principianti a volte affrontano. Che tu abbia o meno una strategia ora, ecco alcune idee che ti aiuteranno nel processo di sviluppo di una strategia di trading adeguata.

1 - Comincia la tua ricerca su grafici a lungo termine, poi facci zoom

Ecco l'idea di base di come individuiamo le operazioni a basso rischio e ad alto potenziale. Inizia la tua ricerca di operazioni a basso rischio esaminando i grafici con time frame da 4 a 5 volte più grandi del time frame sul quale intendi fare trading. Il primo obiettivo è quello di trovare punti di ingresso a basso rischio identificando le aree di supporto e resistenza consolidate da tempo, e quindi più affidabili, in quanto è lì che il rischio di aprire una posizione sarà più basso. Ecco perché.

Se il prezzo viola un forte supporto a lungo termine, questo è un chiaro segnale che il prezzo si sta muovendo decisamente contro di te. Entrando in lungo vicino al supporto forte, puoi anche impostare il tuo ordine stop-loss (questo strumento funzionerà in condizioni di mercato normali) vicino a quel supporto, in modo che tu possa uscirne solo con una piccola perdita abbordabile, idealmente, che sia sempre meno del tuo massimo consentito di una perdita dall'1 al 3 per cento del tuo conto di trading.

O viceversa (entrata vicino alla resistenza, uscita vicino al supporto) se stai usando i CFD per approfittare del calo dei prezzi e delle flessioni del mercato.

Come un rapace, cominci la tua caccia dove puoi vedere uno scenario più ampio. Il time frame più lungo ti permette di vedere i punti chiave di supporto e resistenza su mesi o anni. Poi, se vedi qualcosa di interessante (una coppia che si avvicina a uno di questi livelli) ti fiondi a dare un'occhiata più da vicino sul grafico a tempo più breve da cui fai trading, per prendere le tue decisioni finali di trading. È qui che vedrai se hai una situazione che combina un'entrata a basso rischio vicino a un forte supporto, con un'area di resistenza abbastanza lontana dal tuo punto di entrata in modo da avere una buona possibilità di guadagnare tre volte tanto quello che perderai se il tuo stop-loss viene raggiunto, per un rapporto ricompensa/rischio di 3:1.

2 - Considera il contesto fondamentale

Bisogna notare che più a lungo si pensa che l'operazione debba durare, più importante è che l'operazione si adatti alla tua analisi fondamentale per il periodo di detenzione previsto. Questo è meno importante se pensi che l'operazione durerà meno di una settimana o giù di lì, a meno che tu non stia facendo trading sulla base di una notizia specifica che dovrebbe uscire in quel periodo. Tuttavia, gli scambi che possono durare settimane o mesi sono tipicamente basati almeno in parte su qualche teoria che hai su come certi fondamentali siano stati programmati.

Per esempio, si va in lungo su AUD/JPY perché si crede che i mercati saranno ottimisti nelle prossime settimane o mesi (favorendo il rischio rispetto alle valute di sicurezza), o si crede che i dati economici dell'Australia saranno molto migliori di quelli del Giappone.

3 - Screening iniziale su grafici con time frame più lunghi

Lo scopo del tuo primo screening è quello di trovare un setup di trading che soddisfi i seguenti quattro criteri:

  • Criterio di gestione del rischio #1: la coppia di valute, le azioni, le criptovalute o qualsiasi altro asset selezionato inizialmente si sta avvicinando a una forte area di supporto che fornisce un punto di ingresso a basso rischio. Per esempio, per definizione, forti livelli di supporto/resistenza su un grafico settimanale saranno ancora più forti su un grafico giornaliero, perché sono più consolidati dei livelli di supporto/resistenza che si vedono sui grafici giornalieri. Quindi imposti il tuo stop loss abbastanza oltre quest'area in modo che non venga colpito da movimenti di prezzo casuali, ma solo quando il prezzo si è girato sufficientemente contro di te da farti capire che hai sbagliato l'operazione ed è meglio scappare con una piccola perdita. Quindi, più forte è l'area di supporto/resistenza in cui entri, minore è il rischio di un trade in perdita (a meno di qualsiasi cambiamento imprevisto nei fondamentali e nel sentiment). Una volta individuati i punti di entrata e di stop-loss, è possibile verificare se il trade può soddisfare il secondo criterio
  • Criterio di gestione del rischio #2: trovare l'area di resistenza maggiore più vicina, perché è lì che ci si aspetta di uscire e prendere profitti. Se la distanza dall'entrata (al supporto) all'uscita (alla resistenza) è da 2 a 3 volte più lontana della distanza dall'entrata allo stop loss, allora potresti avere un rapporto ricompensa/rischio da 2:1 a 3:1. Lo sapremo con certezza solo quando faremo il secondo screening.
  • Criterio di gestione del rischio #3: Lo stop loss dovrebbe essere abbastanza lontano dal tuo punto di entrata in modo da non essere colpito dai normali movimenti casuali del prezzo, ma solo da movimenti più grandi contro di te che suggeriscono che il prezzo potrebbe fare un movimento sostenuto contro di te.
  • Criterio di money management #1: Lo stop loss dovrebbe essere abbastanza vicino al tuo punto di entrata in modo da non perdere più dell'1-3% del tuo conto sul trade.

Di nuovo, scansioniamo le situazioni che sembrano soddisfare i criteri precedenti su grafici con un time frame da quattro a cinque volte più lungo del time frame su cui facciamo trading. Se facciamo trading su grafici giornalieri, scansioniamo i grafici settimanali nel primo screening.

Questo primo screening non richiede molto tempo perché preferiamo operare solo sui mercati più liquidi. Ci sono solo circa otto coppie liquide, e circa 20 sufficientemente liquide per la maggior parte della tua strategia di trading sul forex. Allo stesso modo, una strategia di trading di criptovalute seguirà le poche popolari (vedi qui le migliori criptovalute su cui investire per il 2022) ed eviterà le nuove criptovalute senza abbastanza storia grafica e liquidità. D'altra parte, una strategia di trading azionario richiederà più tempo e sforzo per lo screening delle migliori azioni in cui investire oggi.

In breve, stiamo scansionando i grafici a lungo termine di queste attività per un ingresso vicino ad un supporto forte, con qualsiasi resistenza probabile abbastanza lontano in modo che ci sia la possibilità di ottenere un rapporto rischio-ricompensa 1:3 o 1:2.

Come vedremo, il fattore decisivo per intraprendere l'operazione è se il secondo screening sui grafici giornalieri mostra che è possibile ottenere una combinazione di punti di stop-loss, di entrata e di uscita che consentono il rapporto rischio-ricompensa desiderato, ma non ti costa più dell'1-3% del tuo conto se lo stop loss viene colpito.

Ai fini dell'illustrazione, assumiamo solo un'entrata e un'uscita, ed evitiamo per lo più di prendere in considerazione variazioni come stop loss trailing e entrate e uscite parziali o a scaglioni.

Quando parliamo di supporto o resistenza forte, significa che vogliamo vedere almeno un tipo di supporto ben testato, idealmente il maggior numero possibile di tipi, tutti convergenti su un range di prezzo ristretto. Solo per ricordartelo, questi includono:

  • Prezzi che sono stati chiaramente supporto o resistenza in passato; spesso si tratta di numeri tondi perché i trader tendono a pensare in numeri tondi.
  • Linee di tendenza e/o le loro variazioni come canali, medie mobili, Ichimoku Kinko Hyo e Bande di Bollinger.
  • Ritracciamento di Fibonacci e Onde di Elliot
  • I pattern grafici, oltre ad essere utili, forniscono anche un'ulteriore prova dei punti di supporto/resistenza.
  • Indicatori tecnici per segnali di ipercomprato/ipervenduto e divergenza come RSI (Relative Strength Index), MACD (Moving Average Convergence Divergence), o l'oscillatore stocastico.

4 - Secondo Screening

Una volta individuate alcune situazioni che soddisfano questi criteri sui grafici settimanali, il passo successivo è quello di vedere se gli stessi criteri per le operazioni a basso rischio e ad alta ricompensa potenziale sono presenti nel time frame scelto, in questo caso, i grafici giornalieri.

Perché preoccuparsi del primo screening? Come notato in precedenza, il grafico con time frame più lungo mostra livelli di supporto/resistenza più forti. Speriamo di trovare un punto di entrata sui grafici giornalieri che sia vicino alle aree di supporto/resistenza più forti trovate sul time frame più lungo, in questo caso, i grafici settimanali. Se scopriamo che una coppia si avvicina al supporto/resistenza settimanale, sapremo che vale la pena fare un secondo screening sul grafico giornaliero.

Ancora una volta, il fattore decisivo per intraprendere l'operazione sarà se il grafico giornaliero (o qualsiasi time frame da cui si opera) mostra la combinazione di punti di stop-loss, di entrata e di uscita che permettono il rapporto rischio-ricompensa desiderato, ma non costerà più dell'1-3% del proprio conto se lo stop loss venisse colpito. Per ribadire:

  1. Lo stop loss è sufficientemente lontano dal supporto forte in modo da essere colpito solo da forti movimenti di prezzo che segnalano che la tua idea di trading era sbagliata e abbastanza vicino in modo da essere fuori con una piccola ma accessibile perdita che non supera l'1-3% del tuo capitale di trading, così puoi permetterti molti errori, avere spazio per recuperare le tue perdite e possibilmente essere redditizio
  2. È da due a tre volte più vicino al tuo punto d'entrata che al tuo punto di guadagno, quindi hai un rapporto rischio-ricompensa di 1:3 o al peggio di 1:2.

Per quanto riguarda il posizionamento dello stop loss, ricorda che ci sono diversi metodi. Questi includono:

  1. L'approccio intuitivo: Studia il grafico per il periodo in questione e definisci l'intervallo di mercato per la normale oscillazione verso l'alto e verso il basso del prezzo. Vuoi che il tuo stop loss non sia più vicino al tuo punto di entrata di quella distanza, idealmente, un po' di più di quella, pur non causando una perdita superiore al tuo limite dell'1-3%. Questo è un approccio abbastanza semplice e quindi quello che abbiamo scelto di utilizzare nell'esempio che segue. Questo metodo comporta una forte dose di criterio personale.
  2. L'approccio un po' più obiettivo: Impostare la distanza dal punto di entrata allo stop loss in base a percentuali fisse (anche questa una chiamata di giudizio) dell'Average True Range (ATR), o altre formule o metodi statisticamente basati per assicurarsi di non essere scossi dal trade a causa delle normali fluttuazioni di prezzo.

Per quanto riguarda il rapporto rischio-ricompensa, se il trade è nella direzione di un forte trend, è più sicuro essere più aggressivi, quindi è più conveniente accettare un rapporto rischio-ricompensa di 1:2.

Alla fine, si cerca sempre di trovare un equilibrio tra la dimensione della perdita se colpita contro il rischio di essere fermati. In altre parole, più lontano è il tuo stop-loss dal tuo punto di entrata, più grande è la perdita se colpito, ma minore è la possibilità di essere colpito da fluttuazioni di prezzo casuali piuttosto che da un reale movimento contro di te.

Se il secondo screening mostra che puoi ottenere il rapporto rischio-ricompensa desiderato senza rischiare più dell'1-3% del tuo capitale, intraprendi il trade vicino a un forte supporto. Il livello di entrata preciso che scegli è una chiamata di giudizio. Stai cercando di trovare un equilibrio tra l'entrare al prezzo migliore e il non essere così avido da far sì che il prezzo non raggiunga mai il tuo ordine e tu perda completamente l'operazione.

5 - Terzo Screening per monitorare l'andamento del trade

Questo screening avviene su un time frame grafico da quattro a cinque volte più corto del tuo time frame di trading. Per esempio, se fai trading su grafici giornalieri, allora usa grafici a candele da una a quattro ore. Questo di solito non determina se si intraprende l'operazione. Invece, serve soprattutto per identificare i punti di supporto/resistenza a breve termine che sono probabilmente temporanei, in modo da non essere sorpresi se il trend si ferma o si inverte intorno a queste zone. Piuttosto che preoccuparsi, ci si aspetta che un trade in progressione si fermi temporaneamente o addirittura si inverta. Queste zone possono anche servire come punti in cui aumentare o ridurre la tua posizione se stai usando entrate e uscite graduali.

A volte, questo screening può alterare la tua strategia di trading. Per esempio, se il prezzo lotta ripetutamente per rompere la resistenza che vedi sul grafico a quattro ore, questo potrebbe indicare che la tendenza a lungo termine potrebbe fallire, specialmente se sono appena uscite nuove importanti informazioni. Allo stesso modo, se c'è troppa resistenza a breve termine di qualità troppo vicina al tuo ingresso, potresti scegliere di entrare per gradi, salvando la maggior parte della tua posizione pianificata finché il prezzo non supera quell'area di resistenza. In alternativa, se ci sono opportunità migliori o se le ultime notizie mettono in dubbio le tue conclusioni del secondo screening, potresti cambiare idea sul trade e uscire.

Qual é la migliore strategia di trading?

Quando si tratta di strategie di trading, tutte possono funzionare bene in determinate condizioni di mercato; la migliore strategia di trading è una questione soggettiva. Tuttavia, è consigliabile scegliere una strategia di trading in base al proprio tipo di personalità, livello di disciplina, capitale disponibile, tolleranza al rischio e disponibilità.

Puoi imparare di più su ogni strategia di trading con i corsi online della CAPEX Academy.

Mettere in azione la tua strategia può richiedere tempo, dedizione e pratica. Puoi iniziare con un conto demo, dove puoi mettere alla prova la tua strategia in un ambiente privo di rischi. Avrai a disposizione 50.000 dollari in fondi virtuali con cui fare pratica nel momento dell' iscrizione.

Puoi anche usare il conto demo come un'opportunità per esplorare i mercati ed entrare nelle abitudini quotidiane di un trader. Una volta che sarai pronto ad affrontare i mercati dal vivo, avrai accesso a una serie di diverse piattaforme di trading e applicazioni di trading. Puoi scegliere tra la nostra innovativa piattaforma web, la nostra app mobile pluripremiata o piattaforme specializzate come la MT5. Avrai anche accesso a strumenti integrati, dall'analisi al consenso di mercato e alle app di sentimento. Inoltre, Trading Central fornisce setup di trading attivabili.

Le informazioni contenute nel presente documento sono redatte da CAPEX.com e non costituiscono né devono essere interpretate come suggerimenti di investimento. Le informazioni di cui al presente documento costituiscono comunicazioni di marketing generali a scopo informativo e, in quanto tali, non sono state preparate nel rispetto dei requisiti di legge che promuovono le ricerche di investimento indipendenti. Inoltre, non sono soggette ad alcuna limitazione sulle transazioni condotte in anticipo rispetto alla divulgazione delle ricerche di investimento in questione.

Gli utenti / lettori non dovrebbero fare affidamento esclusivamente sulle informazioni qui presentate e dovrebbero fare le proprie ricerche / analisi anche leggendo la ricerca reale sottostante. Il contenuto è generico e non tiene conto di circostanze personali individuali, esperienza di investimento o situazione finanziaria attuale.

Pertanto, Key Way Investments Ltd non accetta alcuna responsabilità per eventuali perdite di trader a causa dell'uso e del contenuto delle informazioni presentate nel presente documento. Le prestazioni passate e le previsioni non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri.
Condividi quest'articolo